UGI Novara

UGI è una ONLUS nata nel 1980 all'Ospedale Regina Margherita di Torino per iniziativa di un gruppo di genitori protagonisti della dolorosa esperienza della malattia di un loro bambino.
L'associazione promuove e sostiene ogni attività volta a migliorare l'assistenza medica e sociale dei bambini affetti da tumore.

Nasce la Sezione di Novara

Così come 25 anni prima a Torino, nel 2005 anche a Novara i genitori di bambini toccati dall'esperienza di un tumore hanno deciso di associarsi costituendo una sezione affiliata all'UGI di Torino.

L'associazione novarese nasce per dare sostegno ai bambini ed alle famiglie residenti nella zona che si recano per i controlli e le terapie possibilmente eseguibili presso il reparto di pediatria dell'Ospedale Maggiore della Carità di Novara. Da qualche tempo infatti l'Assessorato della Sanità della Regione Piemonte ha istituito delle "antenne" sanitarie nei principali ospedali piemontesi, il cui intento è di agevolare i bambini e le loro famiglie sgravandole del problema della residenza disagiata e snellire il carico di lavoro svolto a Torino.

Pertanto, sulla scorta dell'ottima riuscita dell'associazione madre, si sono costituite le sezioni distaccate UGI con propri volontari attivi nei reparti pediatrici. Essi offrono conforto ed assistenza: con la presenza in reparto intrattengono i bambini con giochi, letture ed altro prestandosi all'ascolto per tutto quanto le famiglie segnalino facendo proprie le esigenze e cercando, per quanto possibili, le soluzioni più percorribili.

Mission

  • Migliorare

    la qualità della vita dei bambini e ragazzi nel corso della terapia.
  • Aiutare

    le famiglie ad affrontare le difficoltà di ordine personale, economico e logistico che possono presentarsi nel corso della malattia dei loro figli.
  • Formare

    personale volontario in grado di porsi in relazione con i giovani pazienti e di offrire conforto e sostegno a genitori e familiari.
  • Contribuire

    alla ricerca scientifica (borse di studio a medici e ricercatori, acquisto apparecchiature e attrezzature sanitarie) e alla diffusione della cultura sanitaria.
  • Sensibilizzare

    l'opinione pubblica e le istituzioni attraverso il proprio operato e organizzando convegni, seminari ed eventi.